Il Museo

museoIl museo del ventennio fascista offre un importante punto di riferimento per coloro che per studio, passione o ideologie politiche vogliono approfondire ed esplorare ogni aspetto del  periodo del fascismo.

Il signor Vittorio Vernotico era un collezionista di Savoia che riuscì a raccogliere un numero impressionante di oggetti dell’epoca in questione, che alla sua morte donò al comune per la realizzazione di un polo museale.

La collezione Vernotico consiste in ben 40.000 pezzi, uniti ad altri oggetti messi a disposizione da altri cittadini salviani e non.

Lungo il percorso museale si possono ammirare cimeli, ritratti e busti di Mussolini, fotografie storiche, divise, medaglie, timbri, oggetti della vita comune del periodo fascista, documenti, stampe, libri, giornali e tanto altro ancora.

 

 

passannante1Il “Museo della Memoria, Biblioteca e Centro di Documentazione Salviano” ha anche una sezione dedicata a Giovanni Passannante. In questo spazio è possibile consultare i documenti del processo, gli scritti dell’anarchico, giornali e stampe dell’epoca, recenti pubblicazioni, e visionare un film documentario che ricostruisce con precisione la vita del giovane, la vicenda dell’attentato al Re e il triste destino che fu riservato al ribelle salviano.

Nel museo inoltre la ricostruzione della cella della torre di Portoferraio (isola del’Elba), buia, angusta, collocata sotto il livello del mare, alta solo 1,40m, dove Passannante in condizioni disumane, tra torture e violenze fisiche e psicologiche passò 10 anni in isolamento, prima di essere trasferito nel manicomio criminale di Montelupo Fiorentino, ormai denutrito e ridotto alla follia, dove trovò la morte nel 1910.

Il cadavere fu decapitato in ossequio alle teorie razziste del medico Lombroso che individuavano in determinate caratteristiche fisiche la predisposizione alla “devianza”,alla criminalità; il cranio e il cervello furono studiati ed esposti nel Museo Criminologico di Roma, fino al 2007, quando i suoi resti trovarono degna sepoltura nel cimitero del suo paese natale.

 

DSC_0003.JPG DSC_0007.JPG DSC_0011.JPG IMG_0799.JPG IMG_0821.JPG IMG_0830.JPG IMG_0849.JPG fas.jpg museo.jpg passannante.jpg passannante1.jpg

 

 

 

 

 

 

 

Si ringrazia Chiara Ponte per la stesura del materiale storico. Foto Carbonaro, Ivan Cavallo

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Chiudi